Vi ricordate il vecchio gettone telefonico?? Quando sentirsi via cavo dentro una cabina era un’azione del tutto normale …

Oggi invece c’é chi vive con un telefonino appiccicato all’orecchio….ed un altro in tasca di scorta!

L’ uso dei telefonini ha invaso tutti i campi della nostra vita anche di quella privata…Del cellulare non si può più fare a meno…
In molti ovviamente si chiedono se le onde emesse dai cellulari siano pericolose per la salute di chi utilizza il telefonino e di chi gli sta vicino. Ormai i cellulari si utilizzano abitualmente da oltre 15 anni.

Le notizie che si hanno ad oggi sono contrastanti e ci si chiede spesso se telefonini non aumentino il rischio di cancro al cervello o più in generale al sistema nervoso centrale.

Lo scorso maggio l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), facente capo all’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ha dichiarato che le onde radio di frequenza compatibile con quella delle onde emesse dai telefoni cellulari sono potenzialmente cancerogene, assegnando alle onde dei telefonini una pericolosità di livello 2B.

Un dato rassicurante arriva invece da uno studio di dimensioni senza precedenti sia per numero di individui presi in esame sia per gli anni di durata dello stesso, condotto in Danimarca dalla Cancer Society di Copenhagen e dall’Istituto di Epidemiologia dei Tumori di Copenhagen. Lo studio danese sembra offrire maggiori sicurezze ed essere, forse, considerabile anche conclusivo per il vasto campione di individui coinvolti. Gli esperti hanno monitorato per tantissimi anni la salute di un vasto gruppo di persone e non hanno rilevato alcuna associazione tra l’utilizzo dei telefonini e tumori.

Che dire…come ogni cosa il giusto sta nel mezzo e sarebbe opportuno utilizzare il cellulare con moderazione, con l’ausilio dell’auricolare ecc…nel dubbio ogni tanto riutilizzare carta e penna e sotto Natale gli auguri ai parenti farli per via epistolare e non telefonica sarebbe una buona vecchia moda che andrebbe rispolverata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *